Mystery Train del 25 Marzo 2021 “A Fool For You, Baby…”

Dischi della Settimana:

The California Honeydrops – “Remember When: Live, Vol. 3” (Tubtone)

Per registrare il precedente “Live 2019” le “Gocce di Miele Californiane” si erano spinte fino

in Australia e Nuova Zelanda. Questo nuovo album le vede rimanere all’interno dei confini statunitensi, con Chicago, Ill. a fare la parte del leone: tre brani sugli otto in programma.

La formidabile band di Oakland, guidata dal vulcanico cantante e polistrumentista Lech Wierzynski, dà ancora una volta prova dell’incredibile confidenza con il palco e ci delizia

con il gioioso e irresistibile caleidoscopio di “musica delle radici”: blues, soul, r&b, reggae, zydeco, jazz tradizionale, New Orleans. Un rapporto davvero privilegiato e caloroso con gli spettatori, con un costante invito al ballo e al puro divertimento. L’atmosfera è sempre cordiale e festosa e la musica scorre libera e coinvolgente. Nel contagioso tormentone “swamp” di “I Wanna Go Home” s’insinua anche una gustosa citazione di “Higher And Higher” (Jackie Wilson–1967). Siete tutti invitati !

Martin Lang – “Bad Man” (Random Chance)

Trent’anni fa l’arrivo a Chicago, Illinois e, con l’acquisto in Maxwell Street di una cassetta

del “meglio” di Little Walter, l’inizio di una travolgente passione per il blues. Martin Lang ha da subito avuto le idee chiare: diventare un bravo armonicista. Il lungo e proficuo apprendistato lo vede dividere il palco con Pinetop Perkins e Robert Jr. Lockwood e suonare nei dischi di Willie Buck e Oscar Wilson. Bella gente da cui imparare i molti segreti della “Windy City”. Ma è giunto il momento di mettersi in proprio e Lang, su invito di Rick Congress (Random Chance Records), firma la sua “opera prima”: un esaltante affresco sonoro dedicato alla metropoli che lo ospita da tanto tempo. Una “songlist” divisa equamente tra originali e ripescaggi con numerose accattivanti tracce strumentali. Ad accompagnarlo in questo scintillante esordio una band di tutto rispetto, con la presenza di Billy Flynn e Gerry

Hundt. Produzione affidata al noto critico Dick Shurman. Appuntatevi nome e cognome:

Martin Lang, “Bad Man” provvidenziale per il blues di Chicago…

Bob Margolin – “Star of Stage and Screens” (VizzTone)

Sulla scorta del successo ottenuto da “This Guitar And Tonight”, vincitore del Blues Music Award in qualità di miglior disco acustico del 2019, Bob Margolin prosegue nella stessa direzione – chitarra e voce – e invia altre sei nuove composizioni. Ma se nel precedente Jimmy Vivino e Bob Corritore contribuivano per un brano a testa, qui il settantunenne ex-alunno di Muddy Waters fa veramente tutto da solo. Nato durante la frustrazione del “lockdown” e pervaso da un senso di ansia e incertezza a causa della situazione anomala e senza precedenti, il disco riesce comunque a trasmettere messaggi di speranza e positiva determinazione. Nel futuro i musicisti torneranno sul palco di fronte al pubblico che applaude con calore. Intanto accontentiamoci ancora degli schermi di pc e cellulari,

in attesa di tempi migliori…

Joyann Parker – “Out of The Dark” (Hopeless Romantic)

Questo è il momento giusto per pubblicare un album: adesso la gente ha tanto bisogno di musica”. L’affermazione è di Joyann Parker, talentuosa cantante, chitarrista e pianista di Minneapolis, Minnesota. Il suo nuovo disco ha una storia simile ad altre raccontate di recente. Il progetto, iniziato nel gennaio dello scorso anno, fu interrotto bruscamente a marzo per lo scoppio della pandemia. Ripreso a giugno e completato in agosto, “Out Of The Dark” ha visto la luce il 12 febbraio. Con una formazione guidata dall’insostituibile chitarrista Mark Lamoine, già con lei ai tempi degli Sweet Tea, Joyann ci serve una bollente miscela di blues, soul, r&b, r&r, gospel e funk, senza dimenticare le radici country dell’amata Patsy Cline. Due titoli provengono da “On The Rocks”, lavoro del 2015 con la band citata. Il resto è tutto nuovo e di prima qualità e l’album è una magnifica conferma di

quanto già espresso “Hard To Love”, lo smagliante esordio solista di tre anni fa.

Out Of The Dark” è proprio la colonna sonora ideale per condurci verso l’uscita di questo tunnel surreale in cui siamo finiti. “Fuori dal buio”, verso la luce…

Le Altre Novità:

Misty Blues, Veronica Lewis, The Hungry Williams, The Hitman Blues Band, Chris Cain, Dave Alvin, The Mighty Klucks (Backyard Blues), Stompin’ Howie And The Voodoo Train, Curtis Salgado feat. Wayne Toups, AJ Fullerton, Eddie Seville, The Odd Birds, Bobby Osborne (Industrial Strength Bluegrass),

Los Straitjackets, Ben Levin, Heath Cullen, Maceo Parker.

Dal Passato:

Patsy Cline, Muddy Waters, Jackie Wilson, Ray Charles.

Benvenuti a Bordo ! 

Ogni venerdì alle h 15,10 circa Furia ospita a Pomeriggio Insieme la Rubrica "Qua la Zampa!" di e con Simona Corvaia, educatrice cinofila e coadiutore del cane negli IAA (interventi assistiti ...
venerdì, 7 maggio