M y s t e r y T r a i n d e l 1° O t t o b r e 2 0 2 0 “ H o p i n ‘ F o r A N e w C h a n g e “

D i s c h i d e l l a S e t t i m a n a :

M a l a y a B l u e - “ S t i l l “ ( B l u e H e a r t )

Con “Bourbon Street”, il folgorante esordio del 2015, la giovane e sensuale cantante di

Norwich aveva ottenuto ben quattro nominations dalla British Blues Association. Per il

successivo “Heartsick” (2016) le cose erano andate ancora meglio, con la partecipazione straordinaria del decano Paul Jones. Questo nuovo album colma un vuoto durato quattro anni, ma ripaga generosamente chi ha avuto la pazienza di attendere. L’esuberanza vocale

della bella Malaya, l’ottima band di supporto e la produzione di Dennis Walker (Robert

Cray), autore di quasi tutti i brani con la titolare, fanno di “Still” un’opera di gran classe in ambito r&b e “neo-soul” e in perfetto equilibrio tra “ballads” e “up-tempos”. In apertura la stupenda “title-track”, composta da Richard Cousins, storico e fedele bassista di Cray, in

studio per l’occasione.

The California Honeydrops–“Just One More And Then Some” (Tubtone)

Prolifico e inarrestabile, il quintetto di Oakland guidato da Lech Wierzynski continua a sfornare musica di alta qualità e ci consegna questo EP, a pochi mesi di distanza dal coinvolgente “Live 2019” e dal delizioso singolo “In The Air”. Ancora una volta si ripete il caloroso invito ad una festa a cui è impossibile rinunciare. Soul, jazz tradizionale, blues,

r&b e funk vengono gioiosamente miscelati e serviti con spirito scanzonato e contagioso buonumore. Un “groove”, come sempre irresistibile, permea le quattro canzoni della

succinta raccolta e le “Gocce di Miele” ci conquistano al primo ascolto con il loro “street

sound” palpitante e variegato. La prima traccia non lascia scampo, ma le altre non sono

da meno…Welcome back to The Drops’ Party !

M a r k M a y B a n d - “ D e e p D a r k D e m o n “ (Gulf Coast)

Tenuto in palmo di mano da Dickey Betts, della cui band ha fatto parte per qualche tempo, il chitarrista e cantante di Columbus, Ohio, ma molto attivo nell’ area di Houston, Texas realizza il settimo album alla guida del suo gruppo. “Deep Dark Demon” esce per Gulf

Coast e mescola con vigore e passione blues elettrico di stampo texano e “southern” rock, con abbondanti tracce soul e qualche ritmo latino alla Santana. Mike Zito aggiunge la

solista alla robusta “title-track” e il disco scorre che è un piacere e per la gioia di chi ama

Albert Collins, Stevie Ray, gli Allman Brothers.

The Smoke Wagon Blues Band – “The Ballad Of Albert Johnson”

(Autoprodotto)

Nome di assoluto rilievo nel panorama blues canadese, il gruppo costituitosi a Hamilton,

Ontario nel ’96 e da sempre guidato dall’armonicista e cantante Corey Lueck, licenzia il settimo lavoro e ribadisce tutte le buone qualità espresse in passato. In programma una dozzina di titoli originali più la ripresa di “The Fat Man” (1949), il primo “hit” di Fats

Domino. Il “sound” è sempre diretto e scintillante e sintetizza blues, soul, swamp boogie,

funk, r&r e jazz in un linguaggio sempre fresco e peculiare.

L e A l t r e N o v I t à :

Misty Blues, A Band Called Sam, Laura Tate, Sugaray Rayford, Peter Parcek,

Scott Weis Band, Gregg Martinez, Dave Fields, The John Santos Sextet,

Robert Cray Band, Cina Samuelson, Surrender Hill, Mr.Sipp, Tony Holiday,

Michael Johnathon, Elvin Bishop & Charlie Musselwhite, Dan Penn, Kim Wilson.

D a l P a s s a t o :

Fats Domino, Lee Dorsey, Jimmie Vaughan, Irma Thomas.

B e n v e n u t i a B o r d o !  

Pnr TV

Il Dottore in gestione e promozione del turismo Alessandro Padula, tutti i lunedì a Pomeriggio Insieme ci consiglia nuovi itinerari da scoprire con Gloria Fioretti e Valeria Ferrari. Nella puntata ...
lunedì, 26 ottobre
Le notizie di giornata dalla nostra redazione di Tortona e Novi Ligure.
lunedì, 26 ottobre