Mystery Train del 24 Dicembre 2020 “Don‘t Be Bad For Christmas“

Dischi della Settimana :

Vanessa Collier - “Heart On The Line“ (Phenix Fire)

Da due anni consecutivi trionfatrice ai Blues Music Awards, Vanessa Collier prosegue la sua entusiasmante ascesa e licenzia il quarto album, sempre magnificamente sostenuta dall’abituale formazione guidata dalla chitarrista Laura Chavez. La giovane e talentuosa sassofonista, cantante e autrice texana si occupa anche della produzione e “Heart On The Line” risulta vincente e davvero accattivante, con la sua gustosa miscela di blues, soul, funk e rock. Soprattutto originali le tracce – particolarmente intrise di soul le stupende “What Makes You Beautiful” e “If Only” – ma anche l’iniziale “Super Bad” di James Brown e “Leave Your Hat On”, proprio quella firmata da Randy Newman e resa celebre da Joe Cocker, fanno la loro bella figura.

Johnny & Jaalene – “Underneath The Mistletoe” (Rip Cat)

Entrambi californiani, Johnny ventun’anni chitarrista e cantante di Orange County, figlio del noto bluesman Kid Ramos; Jaalene De Leon appena diciotto, da Anaheim, vocalist ma anche affermata attrice teatrale. Insieme avevano firmato un brillante esordio per Rip Cat nel 2018. Ed è ancora l’etichetta losangelena a consegnarci questo nuovo EP interamente votato al Natale. I due ragazzi affievoliscono per l’occasione le comuni radici latine, ma non quelle r&r e rockabilly (“Rockin’ Medley”, “Let’s Go Caroling !”), aggiungono un po’ di romanticismo “stagionale” (“Christmas Means Love”, “Have Yourself A Merry Little Christmas”) e firmano una piacevolissima title-track nel segno di Phil Spector.

Kronos Quartet & Friends Celebrate Pete Seeger

Long Time Passing“ (Smithsonian Folkways)

Sulla scena dal 1973 e con più di sessanta dischi pubblicati, il celebre quartetto d’archi di San Francisco, Ca. (David Harrington-violino, John Sherba-violino, Hank Dutt-viola, Sunny Yang-violoncello) ha esplorato ogni tipo di realtà musicale: classica, avanguardia, jazz, world, folk… Sempre con eccellenti risultati e un costante impegno politico e sociale. Per questa nuova fatica la formazione californiana va a rovistare nell’immenso “canzoniere” di Pete Seeger e ne rilegge, con il suo stile unico, alcune delle pagine più note e suggestive, quali “If I Had A Hammer”, “Where Have All The Flowers Gone ?”e “Turn, Turn, Turn”.

La parte vocale è affidata a una manciata di amici, tra cui Sam Amidon, Brian Carpenter, Lee Knight e la spagnola Maria Arnal. Il livello generale dell’opera è più che soddisfacente, con un paio di momenti davvero toccanti: “Mbube/Wimoweh/The Lion Sleeps Tonight”, con arabeschi vocali da brivido e la conclusiva “We Shall Overcome”, che ospita i cori di due scuole elementari di San Francisco, diretti dalla poetessa Nikky Finney. “Long Time Passing” esce per Smithsonian Folkways, la storica etichetta dell’indimenticabile folksinger newyorkese scomparso nel 2014.

Johnny Nicholas - “Mistaken Identity“ (Valcour)

Il bagaglio di esperienze accumulate da Johnn Nicholas a partire da metà anni ’60 è davvero consistente e prestigioso. I gruppi giovanili nel Rhode Island con Duke Robillard e Ronnie Earl, la frequentazione chicagoana di leggende del blues come Walter Horton e Johnny Shines e i tre anni di permanenza con i texani Asleep At The Wheel. Ma è il tempo trascorso a Basile, Louisiana, nel cuore del Bayou Country, che vengono rievocati in questo nuovo album. Un periodo altamente formativo, con tanto blues, r&b, honky-tonk e, naturalmente, cajun, al fianco di eroi locali del calibro di Nathan Abshire e Dewey Balfa.

E guarda caso “Mistaken Identity” viene pubblicato da Valcour, la solerte etichetta di Joel

Savoy, localizzata a Eunice, che dista appena dieci miglia da Basile. L’opera è un sapido distillato di “musica delle radici” suonato da un’ottima band in trasferta dal Texas, a cui si aggiungono le tastiere di Eric Adcock e il violino di Savoy.

Le Altre Novità :

Cathy Grier + The Troublemakers, A Band Called Sam, Samantha Martin &

Delta Sugar, Nick Lowe & Los Straitjackets, Michael Falzarano & Extended Family, Mike Zito (A Gulf Coast Christmas), Big Harp George, Paolo Bonfanti with Big Fat Mama, Harmonica Shah & Howard Glazer, Mark Viator & Susan Maxey.

Dal Passato :

Brigitte Purdy, Asleep At The Wheel, Joe Turner with Pete Johnson’s Orchestra, Michele D’Amour & The Love Dealers, The Ventures, Pazzo & The HotHeads

(The Hot Club Of San Francisco), James Brown, JD McPherson, The Mavericks,

Mindi Abair & The Boneshakers, Katie Garibaldi, Judy Nazemetz, Jerry Velona,

Cathy Barton Dave Para & The Paton Family.

Benvenuti a Bordo e . . . Buon Natale a tutti ! 

Dalla Regione è arrivata oggi l'autorizzazione ad avviare un nuovo corso di studi, particolarmente attrattivo perchè unico in zona e molto connesso alle realtà produttive del territorio. il preside Guido Rosso ...
venerdì, 15 gennaio