NEWS

DETTAGLIO NEWS

Dalle 08:09 alle 09:59
PNR Oggi è Sabato!
Redazione Musica

ON AIR


Estorsione e spaccio: un arresto e 12 indagati

Un arresto, 12 denunce e il sequestro preventivo delle quote societarie e dei rapporti bancari di ben 4 ditte di ristorazione. È il bilancio di una indagine portata avanti dai Carabinieri della Compagnia di Novi Ligure in sinergia con il Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Alessandria. Nel mirino un 48enne di Novi Ligure, Domenico Dattola, già in passato nei guai per spaccio di droga ed estorsione. Aveva preso in gestione il “Bandiera” e il “Bunet”, due locali novesi, ma il suo nome non compariva tra quelli dei soci: era il "gestore occulto” di queste e altre due attività, tutte intestate a prestanome.
Carabinieri e Guardia di Finanza, infatti, hanno ricostruito l’intero patrimonio dell’uomo e sono emerse nuove attività di spaccio condotte in prima persona da Dattola, anche all’interno degli stessi ristoranti. Locali che funzionavano bene a Novi Ligure e che hanno sempre attirato un buon numero di clienti, ignari del passato e del presente del gestore. Chi doveva soldi per la droga, finiva in una rete estorsiva, e per saldare il conto talvolta finiva a lavorare, gratis, all’interno dei ristoranti. Locali che resteranno comunque aperti: sono stati infatti nominati degli amministratori giudiziari che porteranno avanti l’attività del “Bandiera” e del “Bunet” così da salvaguardare i posti di lavoro delle persone impiegate nelle attività.